Suscribirse a la Newsletter de Beckmesser

¡No te pierdas ninguna noticia!

¡No enviamos spam! Lee nuestra política de privacidad para más información.

Busca las entradas de cada mes

Últimas 20 entradas

Últimos tuits de Beckmesser

La «austeridad» del Teatro Real
LOS PLIEGOS SIN CORDEL. CARLOS ALVAREZ
Por Publicado el: 25/09/2009Categorías: En la prensa

Sir John Eliot Gardiner dirige il Concerto di Capodanno 2010

Sir John Eliot Gardiner dirige il Concerto di Capodanno 2010
dal Teatro La Fenice

Sir John Eliot Gardiner dirigerà il Concerto di Capodanno del Teatro La Fenice giunto alla settima edizione, solisti il soprano Anna Caterina Antonacci, reduce con Gardiner da una trionfale quanto raffinata Carmen all’Opéra-Comique di Parigi, e il tenore Francesco Meli.
Tre le date del concerto: mercoledì 30 dicembre 2009 alle ore 20.00, giovedì 31 alle ore 16.00 e, in diretta Rai Uno, venerdì 1 gennaio 2010 alle ore 11.15. Il concerto di Capodanno 2010 è coprodotto dalla Fondazione Teatro La Fenice di Venezia e da Rai Uno, con il contributo di Unipol Gruppo Finanziario e la collaborazione di Casinò di Venezia, RaiTrade e Arte. I biglietti del concerto sono già in vendita a prezzi compresi tra i 30 e i 300 euro, sul sito Internet della Fenice www.teatrolafenice.it , presso le biglietterie del teatro e del circuito Hellovenezia.
John Eliot Gardiner è uno dei più versatili direttori del nostro tempo. Riconosciuto come figura chiave nel revival della musica antica, è fondatore e direttore artistico del Monteverdi Choir, degli English Baroque Soloists e dell’Orchestre Révolutionnaire et Romantique. Accanto all’attività con queste sue formazioni, si esibisce regolarmente come direttore ospite con le più importanti orchestre sinfoniche europee, compresi i Wiener e i Berliner Philharmoniker e la London Symphony Orchestra, e sui principali palcoscenici operistici, quali la Royal Opera House e il Teatro alla Scala di Milano. La vastità del suo repertorio è ben illustrata dalle oltre 250 registrazioni effettuate per le maggiori compagnie discografiche europee, che hanno ricevuto molti premi internazionali fra cui il Premio internazionale del disco Antonio Vivaldi per la musica antica italiana conferito nel 1996 dall’Istituto italiano Antonio Vivaldi della Fondazione Cini e numerosissimi Gramophone Awards. Le sue incisioni vanno dalle ultime sei messe di Haydn al CD Santiago a Cappella pubblicato in coincidenza con la tournée sul cammino di Santiago nell’estate del 2004, alle cantate di Bach eseguite durante il Bach Cantata Pilgrimage del 2000, premiate nel 2005 come Gramophone Record of the year. Vastissimo anche il suo repertorio operistico: da Monteverdi (L’Orfeo, L’incoronazione di Poppea) e Gluck (Orfeo ed Euridice, Alceste, Iphigénie en Aulide) a Mozart (Idomeneo, Die Entführung aus dem Serail, Le nozze di Figaro, Don Giovanni, Così fan tutte, La clemenza di Tito, Die Zauberflöte), Verdi (Simon Boccanegra, Falstaff) e Puccini (Manon Lescaut), da Purcell (Dido and Aeneas, The Fairy Queen) e Rameau (Castor et Pollux, Les Boréades) a Berlioz (Benvenuto Cellini, Les troyens), Janáček (Jenůfa, La volpe astuta, Kát’a Kabanová), Stravinskij (The Rake’s Progress) e Britten (A Midsummer Night’s Dream). Ha recentemente completato un ciclo Brahms con il Monteverdi Choir e l’Orchestre Révolutionnaire et Romantique, con esecuzioni a Londra, Parigi, Amsterdam, Colonia, Francoforte, Madrid e Bruxelles. Nel giugno 2009, con le stesse formazioni, è rientrato a Parigi per una nuova produzione di Carmen che ha ripetuto il successo dell’Étoile di Chabrier con cui inaugurò nel dicembre 2007 il nuovo teatro dell’Opéra Comique. Fra gli impegni dell’ultima stagione ricordiamo i concerti con la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, il concerto per i Premi Nobel a Stoccolma e la seconda tappa del suo ciclo Beethoven con la London Symphony Orchestra. Nel 1987 ha ricevuto il dottorato honoris causa dall’Università di Lione, e nel 1996 è stato nominato Commandeur dans l’Ordre des Arts et des Lettres. Nel 1992 è diventato membro onorario del King’s College di Londra e della Royal Academy of Music. Ha ricevuto il cavalierato nella Queen’s Birthday Honours List del 1998.

Deja un comentario

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.

banner-calendario-conciertos

calendario operístico 2023

OSCYL Patrimonio